29 marzo 2009

Frammenti dalle Qualificazioni Mondiali

- AFRICA

Grande sorpresa: Allo stadio "Mohammed V" Casablanca, vince la squadra allenata da Alain
Giresse per 2-1, su un Marocco in perenne ricerca di rilancio. Sblocca il risultato, poco dopo la mezzora, Pierre-Emerick Aubameyang, attaccante classe '89 cresciuto nel Milan, ora al Digione ma ancora di proprietà dei rossoneri. Raddoppia, di testa, l'altra punta gabonese, Roguy Méyé, prima della fine del tempo. Il Marocco, guidato anch'essoda un tecnico francese, Roger Lemerre (vincitore di un Europeo coi transalpini e della Coppa d'Africa con la Tunisia), accorcia sul finire del match il talento cresciuto da van Gaal all'AZ (capoclassifica in Olanda), El Hamdaoui, ma non basta.



- EUROPA

Più di trenta conclusioni verso la porta non bastano al Portogallo di Carlos Quieroz per sbloccare il risultato di 0-0 contro la Svezia di Zlatan Ibrahimovic. Ora Cristiano Ronaldo rischia di non farli i prossimi Mondiali...

- CENTRO AMERICA

Favoloso ambiente allo stadio Azteca di Città del Messico: la nazionale di casa, guidata dal traballante Eriksson, deve vincere col Costarica. Non un grande match (anzi al principio del gioco, meglio i Ticos), ma è sufficiente una fiammata nel primo tempo di Omar Bravo e il rigore del cervello del centrocampo, Pavel Pardo, nel secondo, per regalare un minimo di tranquillità nel secondo. Visto il match su TeleMundo: dopo dieci minuti era già partito il sondaggio sulla sorte del CT in caso di sconfitta: maggioranza bulgara per l'esonero. Bell'ambientino... Di seguito i primi 11 del Messico:

Nessun commento:

Sociable