28 febbraio 2011

Paulistao: Palmeiras e San Paolo pareggiano, Mirassol e Corinthians vanno in testa


Da: Tropico del Calcio


L'attesa per il ritardo di più di un'ora, a causa di un violento acquazzone (foto) abbattutosi su San Paolo, è valsa alla fine la pena. Emozionante è stato infatti il classico tra San Paolo e Palmeiras: finisce 1-1 al Morumbi, e sono proprio i padroni di casa a recriminare maggioramente. L'espulsione del difensore Alex Silva modifica l'inerzia di un match che il San Paolo stava gestendo bene, dopo aver trovato il vantaggio con Fernandinho. Proprio l'ex Barueri, assistito da un ispiratissimo Dagoberto, in posizione di "finto centravanti" alla Messi, e da Lucas mettono in continua difficoltà la difesa del Verdao: benissimo anche sugli esterni il 343 di PC Carpegiani con Jean e Juan sempre ad accompagnare l'azione. Procede invece a strappi il 4231 di Felipe Scolari, che però cambia marcia nel secondo tempo, grazie anche a Adriano "Michael Jackson": una sua simulazione scatena l'ira di Alex Silva, che ingenuamente lascia in 10 il Tricolor. A quel punto il Palmeiras staziona nei 16 metri dell'avversario e somma una serie di occasioni da gol, sventate alla grande da Rogerio Ceni, che si arrende solo a pochi minuti dal termine: combinazione Valdivia - Kleber, grande assist, e Adriano trova il palo lungo rasoterra. Il pareggio del Morumbi fa sorridere il Mirassol, che batte a Jundiaí 2-0 il Paulista, e conduce ora la classifica del Paulistão insieme al Corinthians, che passeggia (4-0) sul Gremio Prudente con Liedson ancora sugli scudi (doppietta per l'ex Sporting Lisbona). Ancora turbolenza al Santos: il pareggio casalingo col San Bernando segna la fine del percorso di Adilson Batista sulla panchina del Peixe: l'iniziale favorito per la successione, Abel Braga, sta perdendo quota a favore del preferito di Neymar, quel Ney Franco che ha condotto il Brasile under 20 alla vittoria nel Sudamericano di categoria.

Classifica (prime posizioni): Mirassol e Corinthians 22 punti, Palmeiras 21, San Paolo e Santos 19, Ponte Preta 18.

24 febbraio 2011

Libertadores: Risorge l'Estudiantes, bene il Cruzeiro e l'Internacional

Da: Tropico del Calcio


Metà settimana di Libertadores in Sudamerica, qualche appunto.



Partita clou

Estudiantes - Deportes Tolima 1-0


Delicato debutto in Libertadores nel "Unico" di La Plata, lo stadio gioiello d'Argentina, per l'Estudiantes, dopo la pesante sconfitta in Brasile col Cruzeiro. Il Pincha gioca un primo tempo povero che lo allontana sempre più dal ricordo della squadra perfetta, organizzata sino a pochi mesi fa da Sabella: il congiunto di Berizzo ha poca identità di gioco, si accende con alcune accelerazioni del solito Enzo Perez (collocato a sinistra, e costretto a uscire a inizio secondo tempo per infortunio) ma mette raramente in difficoltà il Deportes Tolima. I colombiani, protagonisti dell'eliminazione del Corinthians nel preliminare, giocano una gara attenta e ordinata, con un transizione offensiva molto efficace. Difesa a 4 per l'Estudiantes, con Roncaglia provato di nuovo a sinistra (ha caratteristiche diverse da Rojo ma gioca comunque un buon match) e Desabato e il napoletano Federico Fernandez, non certo alla miglior esibizione della carriera. Poco movimento, ritmo compassato il Pincha trova però il gol, al 45', dopo aver rischiato in diversi contropiedi colombiani, grazie a una punizione di Pablo Barrientos deviata dalla barriera: qualche discreto spunto della mezzapunta di proprietà del Catania anche se siamo ancora molto lontani dalla qualità offerta del giocatore prima del terribile infortunio. Nella seconda frazione il Tolima fa molta fatica a cambiare atteggiamento, ma rischia comunque il pareggio (due pali, uno ben costruito con una bella azione di contropiede finalizzata da Medina). Un palo anche per il Pincha e buone occasioni per Leandro Gonzalez, impreciso come sempre nella finalizzazione. Con qualche goccia di sudore di troppo la squadra di Veron raccatta però i primi tre punti e respira.









Larghe vittorie delle brasiliane. Il Cruzeiro, inserito nel gruppo di Estudiantes e Deportes Tolima, rifila quattro gol al Guarani (doppietta del giovane Wallyson, in rete anceh l'ex Palermo Farias), mentre l'Internacional ha ragione dei Jaguares del Chiapas, sempre per 4-0, con due reti di Mario Bolatti (nel primo la deviazioni di Torres è determinante) e un gran gol,al 90', di Oscar, giovane talento "rubato" al San Paolo.

Preoccupante pareggio senza reti, invece, del Fluminense, contro il Nacional di Montevideo.

 

22 febbraio 2011

Nel Carioca cade il Fluminense: finale Mengo-Boavista, nel Paulista bene Corinthians e San Paolo

Da: Tropico del Calcio



Campionato Carioca


Grande sorpresa nelle semifinali della Taça Guanabara, la prima parte del Campionato Carioca, dove nella semifinale viene eliminato il Fluminense per mano della sorpresissima Boavista. Il Tricolor, campione del Brasile, cede ai rigori, venendo raggiunto nei tempi regolamentari per due volte (reti del Flu firmate da Marquinho e Fred) dalla squadra di Saquarema, che prima del campionato aveva annunciato un accordo con Christian Vieri, poi sfumato in extremis. A "tradire" proprio l'uomo simbolo del Brasileirao 2010, Dario Conca, responsabile di uno dei due errori dagli undici metri (l'altro rigore lo ha sbagliato Rodriguinho). Nell'altra semifinale, il Flamengo elimina il Botafogo, sempre ai rigori dopo l'1-1 della partita: il solito "Loco" Abreu, ormai simbolo della squadra che fu di Garrincha, aveva infatti pareggiato la rete di testa di Ronaldo Angelim. Due buone opportunità anche per Ronaldinho, che prima si divora una rete a pochi centimetri dalla porta e poi va vicino al gol con una bella punizione da 25 metri dove è bravo e attento Jefferson. Siparo finale per Felipe, l'ex Corinthians (con un passaggio sfortunato di alcuni mesi al Braga) para due rigori e porta il Flamengo alla sfida decisiva, che si svolgerà domenica all'Engenhao: tutti gli antiflamenguisti sperano nel Boavista...



Campionato Paulista

I soliti errori di mira sotto porta non permettono al Palmeiras di aver ragione del Mogi Mirim: bloccato sullo 0-0, il Verdão rimane comunque in testa alla classficia del Paulistão. Tallonato da vicino dal Corinthians, vincitore del classico contro il Santos. Senza Ronaldo e Roberto Carlos (finito in Russia), più Jucilei praticamente separato in casa, il Timão mette sotto il Santos di Neymar 3-1 che aveva trovato il pareggio con Elano dopo il primo gol di Fabio Santos, prima del bis del terzino sinistro (il peggiore in campo nell'infelice sfida di Libertadores contro i colombiani del Tolima) e l'ennesima rete dell'ex Sporting Lisbona Liedson. Vince facile il San Paolo che rifila quattro gol al Bragantino: subito in campo dal 1' minuto i campioni sudamericani under 20 Casemiro e Lucas, quest'ultimo autore anche di una rete.

Classifica (prime posizioni): Palmeiras 20 punti, Corinthians e Mirassol 19, San Paolo e Santos 18, Americana 16, Ponte Preta 15.

14 febbraio 2011

Rafael Moura ancora in gol: il Fluminense è in semifinale di Taça Guanabara

Da: Tropico del Calcio

Mentre uno dei più grandi calciatori della storia, Ronaldo sta preparando il discorso sul suo ritiro dai campi da gioco, la squadra per cui ha sempre fatto il tifo il Fenomeno, anche se non ci ha mai giocato, il Flamengo, centra la settima vittoria consecutiva e termina a punteggio pieno il girone della Taça Guanabara, la prima parte del Campionato Carioca. Contro il Resende decide, alla mezzora della ripresa, il criticato Deivid, in un match sottotono di Ronaldinho. Il Resende è fuori dai primi due posti del Gruppo A che danno l'accesso alle semifinali per il titolo: insieme al Flamengo si qualifica il Boavista (la squadra che doveva essere di Vieri). Un sorriso anche per il Vasco che sotto la guida tecnica di Ricardo Gomes rifila nove gol (sic) all'America. Nel gruppo B vittoria e primo posto in classifica per il Fluminense, stavolta sul Madureira, ancora grazie a una rete di "He Man", Rafael Moura, al quinto gol in tre partite. Pareggia, sprecando tantissime palle gol, il Botafogo contro il Macaé e col secondo posto in classifica si accoppia con il Flamengo per le prossime semifinali della Taça Guanabara. Fluminense - Boavista l'altra gara che darà l'accesso alla finale.



Vincono tutte le grandi nell'appena trascorsa ottava giornata del Paulistao. Primo in classifica rimane quindi il Palmeiras che mette sotto la sorpresa del campionato, l'Americana, con un gol di Kleber nell'ultimo quarto d'ora del match. Rimane un punto sotto in classifica il Santos, che vince col Noroeste grazie anche alla rete del "genoano" Zé Eduardo (oramai ribattezzato Zé Love), che in attesa di vestire il rossoblù completerà la stagione a Vila Belmiro.Vince anche il San Paolo sulla Portuguesa, 3-2 con Rogerio Ceni, portiere e anima del Tricolor, che, con la solita super punizione, raggiunge quota 98 gol.

10 febbraio 2011

Sudamericano sub 20. Uruguay alle Olimpiadi Londra, Brasile quasi

Da: Tropico del Calcio


Una rete di Matias Vecino (foto) nel classico rioplatense regala la vittoria e la qualificazione matematica dell'Uruguay alla prossima Olimpiade: era dal 1928 che mancava la Celeste dai Giochi. Finisce 1-0 tra Charrua e Argentina della penultima giornata del campionato under 20 che si sta disputando in Perù, al termine di una partita con pochi contenuti tecnici e di limitata spettacolarità. Fanno poco Argentina e Uruguay, nel primo tempo l'unica emozione è una rete annulata al centravanti Machado (scelto nell'11 iniziale al posto del neo genoano Federico Rodriguez, che entrerà in campo nella ripresa), che compie fallo sul portiere (chiamata dubbia), l'ottimo Andrada, prima di insaccare. Difesa con tre centrali , centrocampo folto con Polenta estremo di sinistra, più due punte con caratteristiche opposte, l'Uruguay si accontenta di giocare sotto ritmo, grazie alla tranquillità della classifica che lo pone in vantaggio sui dirimpettai del Rio de La Plata. A metà secondo tempo un uno-due tra Vecino e il folletto Luna, salito in cattedra nel secondo tempo, mette davanti alla porta il centrocampista, che anticipa anche il compagno Federico Rodriguez e mette dentro l'unico gol del match. L'Argentina conferma la mediocrità mostrata in tutto il torneo, specie in fase offensiva: impossibilitata a costruire in contropiede, nulla nell'attaccare a difesa schierata, lenta in molte fasi del gioco, l'Albiceleste non trova accelerazioni importanti di Iturbe davanti, né, in generale, giocate decisive in attacco..
Per raggiungere il secondo posto, nella classifica dell'Esagonale finale, l'Argentina deve sperare in un miracolo, infatti il Brasile, privo di diversi titolari, a cominciare dallo squalificato Neymar, batte soffrendo l'Ecuador ed ha ora un vantaggio di tre punti (e di diversi gol nella differenza reti) sui rivali di sempre. A segnare il gol che decide la partita della Seleçao è ancora Casemiro, di testa, dopo una punizione di Oscar. Nell'ultimo match si sfideranno proprio Uruguay e Brasile, che potrebbero andare a braccetto alle Olimpiadi. Argentina comunque già qualificata per i prossimi mondiali di categoria: l'ultimo posto per la rassegna iridata che si disputerà in Colombia quest'estate, se lo giocano Ecuador e Cile faccia a faccia in un match dove i primi, in vantaggio in classifica, possono accontentarsi anche del pareggio.


Penultima giornata:
Argentina - Uruguay 0-1
Brasile - Ecuador 1-0
Cile - Colombia 3-1

Classifica: Uruguay 10 punti, Brasile 9, Argentina 6, Ecuador 5, Cile 3, Colombia 1.

07 febbraio 2011

Ronaldinho segna il primo gol. Super match tra Botafogo e Fluminense: vince il Fogao

Da: Tropico del Calcio

Sei passi di rincorsa, palla piazzata col piatto, sorriso largo e sambadinha finale: questo il film della prima rete della nuova vita brasiliana di Ronaldinho, che insacca il rigore che sblocca il risultato nella sesta vittoria del suo Flamengo. Stavolta la vittima è il Boavista ma la partita non è stata per niente una passeggiata, con la squadra di Vanderlei Luxemburgo che viene raggiunto sul 2-2 e trova la vittoria nell'ultimo scorcio di partita grazie al ragazzino Negueba, uno degli eroi del Flamengo nell'appena vinta Copinha.
Nella partita più importante del Gruppo B match incredibile e pieno di emozioni tra Botafogo e Fluminense. Vince 3-2 il Fogão che passa in vantaggio, si vede non convalidare una rete buona (palla oltre la linea, clamoroso sinistro di Renato Cajá, migliore in campo), va sotto per merito di Rafael Moura, doppietta al debutto, sbaglia un rigore con il Loco Abreu ("cucchiaio" che l'ex Cesena Diego Cavalieri, rimanendo immobile, para senza difficoltà) e arriva alla vittoria grazie a una rete di Herrera. Nel finale il portiere Jefferson salva con almeno tre grandi interventi la sua porta, così ora la squadra di Joel Santana raggiunge il primo posto in classifica con un punto di vantaggio sul Fluminense.

04 febbraio 2011

Sudamericano Under 20: Non si ferma il Brasile

Da: Tropico del Calcio


Un gol in apertura di partita e uno nell'ultimo minuto di gioco della partita contro la Colombia regalano la seconda vittoria al Brasile nell'Esagonale Finale del Campionato Sudamericano under 20 che si sta svolgendo in questi giorni in Perù. Un colpo di testa di Casemiro (corner corto, palla sul secondo palo del positivo Alex Sandro) sblocca il risultato dopo un paio di minuti, ma il Brasile non riesce mai a uccidere il match, con la Colombia che va più volte vicino al pareggio anche se i cafeteros difettano di incisività in zona gol, nonostante qualche buon uno contro uno di Escobar. I brasiliani partono con un 4231 molro offensivo con Oscar dietrola punta-boa Willian e con ai lati Neymar e Lucas, in mezzo controlano i ritmi di gioco Fernando e Casemiro, che esce però dal campo poco oltre la mezzora per problemi di stomaco. Ney Franco gioca gli utimi 15' della prima frazione spostando Lucas in mediana e inserendo Diego Mauricio, rischia qualcosa e, a inizio di secondo tempo, surroga Willian con il centrocampista del Parma Zé Eduardo proponendo un più equilibrato 4312. Il Brasile controla la partita e Neymar illumina con alcune giocate in transizione: la più pericolosa termina con la palla che sbatte sul palo, a metà secondo tempo. La Colombia mescola contropiedi e un discreto possesso palla, ma le sue due stelline, Ortega e Cardona, sono promotori di giocate singole che non innescano mai una continuità d'azione e un ritmo superiore. La partita rimane in bilico fino alla fine, ci pensa Diego Mauricio a chiuderla negli ultimi minuti di gioco: 2-0 al triplice fischio. Ora il Brasile è l'unica squadra a punteggio pieno nel gironcino finale.

02 febbraio 2011

Sudamericano under 20. Brasile senza problemi, KO l'Argentina contro l'Ecuador

Nella giornata dell'ennesimo show di Neymar, cade l'Argentina contro l'Ecuador. Ancora difficoltà per la baby Albiceleste, sconfitta 1-0. La squadra di Perazzo prova a tenere un ritmo alto che però non riesce a controllare:la squadra spesso si allunga e in una situazione del genere emergono le non eccelse individualità. Hoyos è elegante ma molto discontinuo, Funes Mori lotta ma deve essere servito diversamente. Le occasioni per andare in vantaggio, anche se in mezzo a tante confusione, l'Argentina le crea, bravi Mosca e Battaglia in mezzo al campo, tuttavia la rete la trova l'Ecuador. Squadra con un'identità precisa, difesa compatta e ripatenze veloci, la Tri è meno precisa rispetto alle uscite precedenti; Chalà e Caicedo sono poco incisivi, Montano è molto egoista e gestisce male più di un contropiede affrontato in parità numerica. Sul finire della prima frazione Galeano si perde su un angolo Montano che insacca di testa. Nella seconda frazione cambia poco, l'Argentina prova a gestire meglio la palla, il subentrato Iturbe cerca qualche accelerazione ma è con Araujo che l'Albiceleste ha la maggiore chance di pareggiare: il giocatore del Boca la getta al vento sparando in tribuna il calcio di rigore.




Prima giornata dell'Esagonale Finale:

Brasile - Cile 5-1
Uruguay - Colombia 1-0
Argentina - Ecuador 0-1

Sociable