15 novembre 2012

Zac quasi in Brasile, Giappone stende l'Oman



Alberto Zaccheroni può già preparare le valigie: con la vittoria oggi in Oman (2-1 il finale), il suo Giappone è sostanzialmente pronto per viaggiare in Brasile per il Mondiale 2014. La squadra nipponica ha oggi intascato i tre punti e si è proiettata a 13 punti, nel Gruppo B di Qualificazioni asiatica: nella prossima gara, a marzo in Giordania, anche un pareggio potrebbe bastare per la matematica conferma.
Gara molto complicata per il Giappone di Zac, quella di Mascate. L’Oman di Paul Le Guen, che ha ancora carte da giocare per la qualificazione, sia diretta (puntando al secondo posto del gruppo, oggi detenuto dall’Australia) sia per i playoffs,  è una compagine assolutamente dignitosa. Che inizia subito forte e va vicinissima al vantaggio, dopo 10 minuti Al Hosni mette sopra la porta un facile appoggio di piatto davanti alla porta sguarnita. Gli attacchi dell’Oman sono pericolosi ma disordinati, il Giappone ha più rigore e  sa riconoscere i tempi giusti della transizione, rimanendo sempre equilibrato in campo. In seguito a una ripartenza, l’ennesima, dell’interista Nagatomo, miglior uomo in campo, giunge il gol del vantaggio di Kyiotake. La mezzapunta del Norimberga, rispetto alla gara contro l’Iraq parte da destra, e chiude sul secondo palo il cross da sinistra del terzino nerazzurro: 1-0 al 20’. Il numeroso e vociante pubblico di Mascate non si arrende e, coinvolto dagli altoparlanti, continua a incitare la squadra che può regalare un sogno mondiale al sultanato della penisola arabica. All’inizio del secondo tempo, il francese Le Guen si gioca tutto, leva la stella Al Hosni, affaticato anche dalla finale di Champions asiatica, persa sabato contro i sudcoreani dell’Ulsan, e prova ancora ad alzare il ritmo di gara. Trova il meritato pareggio al 77’, con Ahmed Mubarak: il pubblico vuole la vittoria e spinge all’attacco i propri beniamini. Ingenuità pagato carissimo dato che, allo scadere del minuto 90, una azione fotocopia della prima segnatura nipponica, ancora con Nagatomo protagonista, manda in rete la mazzapunta dello Stoccarda Okazaki.

CARLO PIZZIGONI
Fonte: Gazzetta

Nessun commento:

Sociable