21 marzo 2012

Libertadores. Lanus corsaro a Guayaquil: qualificazione a un passo

Due le partite che aprono la metà settimana di Copa Libertadores.

Emelec (Ecu) – Lanus (Arg) 0-2

Partita molto importante nell’equilibrato gruppo 2, con tutte le squadre racchiuse in due punti. A Guayaquil, ottimo inizio del Lanus che va subito in vantaggio: schema su punizione laterale a liberare Regueiro, sinistro e vantaggio argentino. Il match è molto equilibrato e poco spettacolare: Diego Valeri prova a innescare le giocate di Camoranesi e di Regueiro, l’Emelec riparte discretamente e fa molto gioco sugli esterni dove eccellono Gimenez e Enner Valencia, interessante ragazzo del 1989. La squadra preferita dal Presidente ecuadoriano Correa gioca con una linea dietro a tre centrali, manca un po’ l’apporto, sia nell’appoggio in ripartenza che a difesa schierata ( e si mangia pure un gol clamoroso) del centravanti, Luis Figueroa, che pure a Genoa non ha lasciato cuori infranti dopo il suo addio. Il giovane Marlon De Jesus (1991) inizia malino ma cresce alla distanza con la squadra ecuadoriana che guadagna sempre più campo. Un fallo da rigore sul Tanque Pavone, però, chiude la gara: segna ancora Regueiro e avvicina sensibilmente il Lanus al passaggio del turno.



Bolivar (Bol) – Junior (Col) 2-1

Vittoria di misura ma meritata del Bolivar che sostanzialmente esclude dalla Libertadores i colombiani del Junior di Barranquilla (un solo punto in quattro partite). In rete per i boliviani Lorgio Álvarez y Jhasmani Campos, dimezza lo scarto Carlos Ruiz. Il Bolivar, sempre una squadra interessante da vedere, controlla la partita dall’inizio alla fine, mettendo di nuovo in mostro il piccolo gioiello del calcio boliviano, Rudy Cardozo.

Nessun commento:

Sociable