16 febbraio 2010

Copa Libertadores - Preview Gruppo 6

BANFIELD (Argentina). Campione dell'ultimo (sgangherato) torneo Apertura argentino, il primo per il Talandro dopo più di cento anni di storia, il Banfield si affaccia alla competizione continentale con curiosità ma senza molte aspettative. Il tecnico Falcioni ha scherzosamente invitato il capitano dell'Inter, Javier Zanetti, cresciuto calcisticamente qui, a sud di Buenos Aires, a disputare la Copa Libertadores in bianco-verde, anche perché il Banfield ha perso il giocatore simbolo della conquista nazionale, l'attaccante Santiago "El Tanque" Silva, finito al Vélez Sarsfield. Ci penserà la vecchia guardia, da Christian Lucchetti ai centrocampisti Marcelo Quinteros e James Rodriguez. Dal Benfica è arrivato in prestito il terzino ex Racing, José Shaffer.

NACIONAL MONTEVIDEO (Uruguay). Dopo tanti anni di silenzio è tornato a farsi sentire l'anno scorso il Nacional (eliminato in semifinale dall'Estudiantes), grazie a un'ottima politica basata su un mix di veterani e di giovani. Il più talentuoso di questi ultimi, Nicolas Lodeiro, è però finito in Europa, all'Ajax, e farà certamente parlare di sè nei prossimi anni. Stessa trasvolata oceanica per Diego Arismendi, destinazione Stoke City. Sempre folta la pattuglia di "esperti": a cominciare da Gianni Guigou, poi ci sono Alejandro Lembo, Gustavo Varela e Mario Regueiro. Occhio all'interessante, e giovane difensore centrale Sebastian Coates, protagonista nell'ultimo Mondiale under 20.

MORELIA (Messico). La squadra di proprietà di Azteca Tv torna in Libertadores, grazie a un ottimo campionato Apertura messicano nel 2009. Stella della squadra Miguel Sabah, goleador - eroe della nazionale di Javier Aguirre e protagonista della resurrezione del Tri, dopo lo sfortunato regno di Sven Goran Eriksson che rischiava addirittura di non portare in Sudafrica il Messico. Interessante, in mezzo al campo, Hugo Droguett, che ai prossimi Mondiali ci potrebbe essere, con la maglia del Cile, nonostante le ultime incomprensioni con il CT Bielsa. Si parla bene del giovane centrale difensivo Luis Fernando Silva. Nell'elenco anche l'immortale Jared Borghetti.

DEPORTIVO CUENCA (Ecuador). Terza partecipazione consecutiva per questa squadra ecuadoriana, che appare un po' l'anello del debole del gruppo. Numero 10 Hólger Matamoros, che ha debuttato nella scorsa stagione nella nazionale del suo Paese.

PRIMA GIORNATA:
Banfield - Monarcas Morelia 2-1
Nacional - Deportivo Cuenca 3-2

Nessun commento:

Sociable