04 aprile 2009

[Occhio a] Nicolás Lodeiro

L'Uruguay è probabilmente la squadra con maggior talento grezzo, da raffinare ma potenzialmente favoloso, vista all'ultimo campionato Sudamericano under 20. Chiude al secondo posto, dietro al Brasile, quindi la rivedremo con interesse al prossimo Mondiale di categoria, che si giocherà a settembre inoltrato in Egitto.
Teoricamente chiuso da giocatori che stanno evoluendo in Europa, Nicolás Lodeiro ha mostrato di non avere nulla da invidiare ai più quotati Tabaré Viudez e Jonathan Urretaviscaya. L'idea del CT Diego Aguirre è stata quella di continuare a ruotare le mezzepunte: due posti per i tre giocatori sopraccitati. Lodeiro è probabilmente quello che ha reso di più. Piccolo di statura ma ben piazzato fisicamente non ha i primi passi velocissimi, però sa calciare molto bene, anche da fermo, è un sinistro ma può segnare anche di destro. Scoperto giovanissimo dal Nacional di Montevideo in un torneo, basta un singolo provino per arruolarlo nei Bolsos, dove debutta nell'under 14. Originario di Paysandú, il club della capitale si sobbarca anche le spese per gli studi e l'alloggio. L'esordio in prima squadra avviene a 18 anni, ma Lodeiro non può trovare continuità, chiuso dall'ex Sampo "Matute" Morales e da Martín Ligüera, con un ruolo a metà tra il centrocampista (offensivo) e la seconda punta, a seconda dell'atteggiamento della squadra. Il talento però è evidente, e le selezioni giovanili con la maglia Celeste dell'Uruguay diventano un'abitudine fissa. Durante un torneo under 20 in Spagna (a L'Alcúdia, a proposito, l'edizione 2009 sta per iniziare) spezza tanti cuori: innamoramento sicuro quello dell'Atletico Madrid ( in ispecie del DS, Jesús García Pitarch) che lo segue e ne apprezza le qualità anche nel Sub 20 in Venezuela. Nella Libertadores si quest'anno, all'esordio, contro i peruviani dell'Universidad San Martin, entra nella seconda parte del match surrogando Diego Rodriguez e impreziosisce la bella prestazione con un gol. In rete è andato anche recentemente, contro il River Plate. Impossibile, ormai, tenerlo nascosto. Forse però un salto diretto in Europa (si è parlato anche di Barcellona) sarebbe un male, specie se si pretende subito molto da lui. L'ideale sarebbe una stagione da titolare, a casa sua. Da seguire con molta attenzione.

CARLO PIZZIGONI



Breve Scheda
Marcelo Nicolás Lodeiro

Paysandú (Uruguay) 21/03/1989
Mezzapunta - Attaccante 170cm x 69 kg
Passaporto: Uruguagio
Squadra attuale: Club Nacional di Montevideo


Video:


Breve intervista

Gol contro il River Plate

1 commento:

Brahma ha detto...

Questo è bravo! piace tanto anche al nostro amico Felipe, che da Porto lo segue da tempo con attenzione.
Abraço

Sociable