21 ottobre 2009

Mondiale under 20 - 15 nomi per la difesa

REDUCE DALLA TRASFERTA D'EGITTO ELEGGO LA MIA ROSA "ALLARGATA". COMINCIO CON LA DIFESA.

PORTIERI:

Peter GULACSI ('90 - Ungheria): ha trascinato i suoi compagni fino al terzo posto. Sicuro tra i pali e nel comadno della difesa ha aggiunto la freddezza durante il doppio giro di rigori che i magiari hanno dovuto superare contro Repubblica Ceca e Costarica. Già di proprietà del Liverpool, si sta facendo le ossa per il dopo Reina.

Daniel AGYEI ('89 - Ghana): Decisivo in finale, nell'uno contro uno su Maicon rimane in piedi e evita il gol che avrebbe portato il Brasile alla vittoria, poi è bravo anche sui rigori. Stilisticamente non perfetto ha grandi doti di concentrazione, fisiche e di istinto.

RAFAEL ('89 - Brasile): In Patria non ha ancora assaggaito la prima squadra col Cruzeiro ma è portiere di sicuro avvenire: buca clamorosamente una partita, contro l'Australia, ma si riprende subito contro Germania, Costarica e Ghana. Molto serio anche fuori dal campo deve solo migliorare nelle uscite alte.

Esteban ALVARADO ('89 - Costarica): Eletto miglior portiere del torneo. Una bella vetrina per lui che spera in un ingaggio europeo. Grande fisico, buoni istinti, specie tra i pali, un po' grezzo tecnicamente ma protagonista di interventi spettacolari e prodigiosi, l'eroe del Costarica, anche più di Urena e Martinez.

TERZINI:


Samuel INKOOM ('89 - Ghana): Terzino Destro. Esterno di grande spinta, un po' svagato dietro ma un giocatore che ti dà continuo appoggio offensivo di qualità, crossa bene, può concludere in porta. Il tirocinio al Basilea gli aprirà le porte a una élite più ristretta di club europei. Ha distrutto il concorrente Daniel Opare, del Real Madrid.

DIOGO ('89 - Brasile): Terzino Sinistro. Grande tecnica, capace di partire anche palla al piede, nonostante un fisico un po' cicciottello ha primi passi veloci e la sfera appiccicata al piede. Gli piace giocare anche più dentro il campo che sulla linea laterale. Bel tiro, può migliorare posizionalmente dietro. Carattere estroverso. Grande prospettiva.

DOUGLAS ('90 - Brasile): Terzino Destro. Bel giocatore di spinta, sfiduciato in parte dalle inqualificabili paturnie del CT brasuca Rogerio. Il suo club, il Goias, gioca il 352 e ha evidenti compiti più offensivi, quando è in campo.

Bjorn KOPPLIN ('90 - Germania): Terzino Sinistro. Sorpresa della prima fase del torneo, ha bucato clamorosamente il quarto di finale col Brasile, firmando il pasticcio dell'errore sul gol decisivo del brasiliano Maicon (mancata chiusura sul lato debole). Ambidestro, ha buonissima corsa e senso dell'inserimento, il Bayern potrebbe aver trovato un ottimo vice Lahm.

Antonio MAZZOTTA ('89 - Italia) Terzino Sinistro. Spinta continua sulla fascia. Personalità e molta generosità. Meglio in appoggio che in fase difensiva anche perché nasce centrocampista nelle giovanili del Palermo. Bravo il Lecce a pescarlo e a ottenerne la compartecipazione, buonissimo prospetto.

David ADDY ('90 - Ghana): Terzino Sinistro. Grande capacità di calcio, ottima corsa, deve migliorare la gestione della fase difensiva ma può venire fuori un ottimo giocatore.

CENTRALI:

Sebastian COATES ('90 - Uruguay): Perfetto nelle chiusure, insuperabile di testa, un centrale di cui si sono innamorati tanti osservatori in questo Mondiale, dove ha fatto ulteriore esperienza dopo gli esordi in Libertadores.

RAFAEL TOLOI ('90 - Brasile): Grande fisico, grande anticipo, grande capacità di lettura delle situazioni. Sicuro prossimo crack, ma l'aveva già dimostrato nel Goias, dove è titolare fisso in una squadra che si sta giocando il titolo in Brasile. Malconcio, gioca i supplementari con una gamba sola (intervento killer di Andre Ayew su di lui), evidenziando grande forza di volontà. tra i top three del torneo. Presto in Europa.

Hamdan AL KAMALI ('89 - Emirati Arabi): Buonissima capacità di calcio, sa impostare ed è buon difensore. Peccato solo che un suo errore condanni gli Emirati, di cui è stato capitano, all'uscita dal torneo: errato disimpegno di testa verso il suo portiere. Sarebbe interessante vederlo crescere in Europa, che è il sogno di questo ragazzo.

Jonathan MENSAH ('90 - Ghana): Fisico da colosso e buone letture. Non lo sposti e di testa ne prende davvero tante. Sa anche sganciarsi in avanti. Gioca ancora in Africa.

DALTON ('90 - Brasile). Asseconda il compagno Rafael Toloi in tutto e per tutto. Non ha la sua esplosività ma è lui pure molto bravo nelle letture. Anche suo il merito per la difesa meno battuta del torneo. Interessante anche la riserva della giovane coppia brasiliana, Fabricio del Flamengo, che dei tre è anche quello che lancia meglio, grazie al suo bel sinistro.

CARLO PIZZIGONI

Nessun commento:

Sociable