10 gennaio 2010

Coppa d'Africa: Angola - Mali 4-4

Nonostante tutto, inizia la Coppa d'Africa.

Mio resoconto sul match d'apertura Angola-Mali 4-4 su Gazzetta.it

2 commenti:

Alec Cordolcini ha detto...

Avevo lasciato l'Angola al Mondiale 2006, la ritrovo quattro anni dopo con uguali pregi e difetti. Giocano un calcio molto veloce, arrembante, dispendioso; è la loro forza e il loro limite. La difesa traballava già nel primo tempo, quando il Mali non ha finalizzato un paio di azioni di rimessa.
Forse è stato proprio il timore della forza d'urto inizale delle Palancas Negras che ha indotto il ct Keshi a schierare una squadra piuttosto rinunciataria (Keita in panchina, detto tutto). Il Mali ha giocato un solo tempo, il secondo, gettando via secondo me una favorevole occasione.

Riguardo ai singoli, meglio Flavio di Manucho, ottimo Gilberto (che non conoscevo), Seydou Keita ha cambiato la partita, mi è piaciuta la spinta di Tamboura in fascia. Sai perchè Sissoko non era titolare?

Carlo Pizzigoni ha detto...

Sissoko e Keita sono reduci da infortuni. Non hanno giocato nemmeno le partite di preparazione. Il 433 iniziale di Keshi più che rinunciatario mi è parso, come ho scritto nel pezzo sul sito della Gazza, velleitario. Uscito Modibo Maiga la squadra mi è parsa molto più equilibrata a senza dinamismo. Keita è stato l'ultimo a mollare, ma nel primo tempo, anche per la condizione deficitaria ha cambiato poco il ritmo del Mali. Di Keshi mi fido, e sono molto sorpreso della mollezza dei maliani, che è però un difetto atavico di questa squadra che dal 2004 non riesce a essere competitiva pur avendo a disposizione un ottimo team.

Sociable