05 novembre 2009

[Mondiale u17] Italia - USA 2-1

Con la solita gara a strappi, senza continuità, con cali di concentrazione ma la voglia di vincere e la netta superiorità tecnica gli azzurrini battono gli Stati Uniti e si qualificano per i quarti di finale, dove incontreranno la sorpresa del torneo, la Svizzera, che ha fatto fuori i favoriti tedeschi ai supplementari.
Il CT italiano Salerno ha ormai definito le gerarchie, nel suo 4312 Carraro gioca dietro l'intoccabile Beretta e Iemmello: El Shaarawy e Dell'Agnello partono dalla panchina. Gli USA sono una squadra ordinata, con poche individualità rilevanti, buona forza fisica ma letture del gioco piuttosto modeste. Non approfittano del regalo dell'arbitro, che fischia un fallo in area a Mannini con l'avversario più vicino a più di cinque metri, errato controllo e palla che finisce sul braccio: è questo lo spirito del gioco della FIFA? Comunque, Bardi, sostituto dell'inforunato Perin, para il penalty di Jack McInerney, forse il giocatore più interessante del team USA, anche se in questo ottavo di finale sbaglia un po' troppo. L'Italia comanda però la partita, la qualità del centrocampo è la forza di questa squadra: Fossati e De Vitis sono ispirati, Crisetig schermo difensivo fa il suo mentre Carraro è la scintilla che accende tante azioni pericolose. Il gol del vantaggio è, finalmente, di Beretta (al primo centro nel torneo), che ne segna pure un altro ingiustamente annullato. Il solito calo mentale permette agli USA di rientrare in partita, a inizio seconda frazione, con Palodichuk, che salta incontrastato in mezzo all'area e insacca la palla che proveniva dal corner. Ci pensa Iemmello, pescato da Carraro, a ridare il vantaggio agli azzurrini, prima di un nuovo calo che rischia di far di nuovo pareggiare gli statunitensi, che danno tutto e sbagliano tanto sottoporta. Salerno leva Iemmello per Scialpi, prova a coprirsi inserendo anche Benedetti a giocare da terzo centrale ma è la condizione mentale a mancare: la paura assale i ragazzi e si rischia non poco. Alla fine, però, pur con sofferenza, arriva la vittoria.




Altri Ottavi di finale:

Colombia - Argentina 3-2
1-0 17' Pirez
2-0 57' Sergio Araujo
2-1 64' J. Murillo
2-2 88' J. Blanco
2-3 90' H. Quinones


Turchia - Emirati Arabi 2-0
1-0 17' Seker
2-0 90' Ufuk

Uruguay - Iran 2-1
1-0 104' Sebastian Gallegos
2-0 117' Sebastian Gallegos
2-1 119' Afshin Esmaeil

Corea del Sud - Messico 1-1
1-0 44' G. Madrigal
1-1 90' D.J. Kim
Passa la Corea del Sud ai rigori

Spagna - Burkina Faso 4-1
19' 1-0 Sergi Roberto [Spa]
26' 1-1 Abdoulaye Ibrango [Burkina Faso]
56' 2-1 Sergi Roberto [Spa]
67' 3-1 Sergi Roberto [Spa]
83' 4-1 Adria Carmona [Spa] R

Nigeria - Nuova Zelanda 5-0
14' 1-0 Edafe Egbedi
24' 2-0 Stanley Okoro
28' 3-0 Edafe Egbedi
75' 4-0 Sani Emmanuel
79' 5-0 Sani Emmanuel

Nessun commento:

Sociable