28 maggio 2009

Barça Campió



Ha vinto il Barça, viva il Barça, anzi "Visca". I primi dieci minuti della gara hanno lasciato basiti tutti, Guardiola compreso, come ha dichiarato a fine match. La sua squadra che restava bassa, intimidita, senza dare profondità al pressing. Lo United comandava la partita, cominciava a ottenere occasioni da gol. Una situazione di gioco, poi, cambia tutto: al primo pressing convinto il Barça trova l'azione giusta, Iniesta buca la difesa, Eto'o gioca un 1contro1 che Vidic perde miseramente, e trova il gol che cambia tutto, a cominciare dalla testa degli uomini di Ferguson.
Il Barça invece acquista finalmente sicurezza, fa girare il pallone con due maestri in mezzo, lo United buca il pressing, corre a vuoto, vive solo delle accelerazioni di Cristiano Ronaldo. La chiave del match non risiede solo qui, però.
Le letture difensive sono state ieri favolose, anche se mancava il miglior interprete della cosa, Rafa Marquez, che dirige la linea dietro. Ieri spaventoso Piqué (grande intensità "fisica" anche di Puyol a destra, che forse sia stato un vantaggio la squalifica di Dani Alves?), tiene la squadra corta, cosa che favorisce il recupero palla, che nel Barça è alto, immediato, pronto: si deve impedire il passaggio di uscita della squadra avversaria. E ieri il Barça non ha sbagliato nulla. Ha vinto il migliore.

Nessun commento:

Sociable