28 aprile 2013

Knudsen e l'Inter giovane che verrà


Finalmente. Un fastidioso infortunio muscolare ha ritardato l'esordio di Morten Knudsen con la maglia dell'Inter: ora il danese tesserato in gennaio è pronto e sarà in campo nello spareggio contro la Roma. Classe 1995, Knudsen aveva impressionato tutti nel torneo “Michele Pierro” di Latina, riservato alle nazionali, nel 2010, dove era stato eletto miglior giocatore, nonostante al suo fianco giocasse il talento dell'Ajax Viktor Fischer, di un anno più anziano di Morten. L'Inter aveva anticipato la concorrenza e aveva trovato subito l'accordo con il Midtjylland, la squadra danese che lo ha cresciuto. Capelli rosso fuoco e pelle chiarissima, centrocampista di qualità e quantità, Knudsen è un ottimo lettore di gioco, è abile con entrambi i piedi e non disdegna la conclusione da fuori: punta forte su di lui la società nerazzurra. Che è pronta a inserire nuovi giocatori alla già nutrita pattuglia di giovani di qualità che si è costruita in casa ( sei ragazzi degli Allievi Nazionali, Di Marco, Lomolino, Sciacca, Palazzi, Steffè e Bonazzoli sono a Coverciano, nell'Italia under 17 che sta preparando l'Europeo di categoria: la quasi totalità ha vestito la maglia dell'Inter già dai pulcini). Trattative avanzatissime per il difensore senegalese Nouha Cissè dell'Etoile Lusitana ( e altri suoi compagni stanno effettuando test a Interello), per lo spagnolo Pau de la Fuente, per il portiere rumeno Radu e per il talento belga Senna Miangue, tutti del 1997, più il francese Bakayoko (1998) e si parla anche di due brasiliani. L'Inter si gioca oggi la possibilità di partecipare alle prossime finali Primavera, ma ha già programmato il suo futuro.

CARLO PIZZIGONI
Fonte: Gazzetta dello Sport - Edizione Milano e Lombardia

Nessun commento:

Sociable